In questa sezione potrete trovare un elenco delle principali patologie del piede con approfondimenti su sintomi, trattamenti e tempi di recupero.

Alluce valgo
Visita anche il nuovo sito web dedicato interamente all’ALLUCE VALGOCLICCA QUI

Deviazione esterna dell’alluce associata a prominenza ossea (esostosi) sul margine interno del metatarso.Sintomi: borsite dolorosa con arrossamento cutaneo da conflitto della esostosi con la calzatura.Trattamento chirurgico:

tecnica percutanea: eseguita sotto controllo radioscopico intraoperatorio senza necessità di incisioni chirurgiche. Attuabile nella maggior parte dei casi.
tecnica tradizionale: nel caso di gravi lesioni degenerative articolari.

Neurinoma di Civinini-Morton

Degenerazione e ingrossamento fusiforme di un nervo intermetatarsale di natura displasico-irritativa o compressiva (sindrome canalicolare).Sintomi: dolore plantare localizzato all’avampiede talvolta violento e a carattere trafittivo, spesso “capriccioso”, comunemente aggravato dalla deambulazione, può talvolta insorgere anche a riposo o improvvisamente in condizioni di completo benessere.Trattamento chirurgico: consiste nella sezione e asportazione del segmento nervoso interessato, mediante una piccola incisione dorsale in corrispondenza dello spazio intermetatarsale corrispondente.

Dito a martello

Retrazione in flessione di un dito a livello della articolazione interfalangea intermedia, rigido o parzialmente riducibile.Sintomi: callosità dolorosa con borsite sulla superficie dorsale della articolazione da conflitto con la calzatura.Trattamento chirurgico:

tecnica percutanea mini-invasiva
tecnica tradizionale

 
 
 

Fascite plantare

Infiammazione dolorosa della fascia plantare (lamina fibrosa che ricopre la muscolatura della pianta del piede). Insorge principalmente nel piede cavo ove la fascia è sottoposta a tensione come “la corda di un arco”. Spesso si accompagna a “spina calcaneale”.Sintomi: dolore vivo in corrispondenza del tallone, con formazione di borsite plantare calcanearee, spesso irradiato lungo tutto l’arco plantare. Frequenti la tensione e sporgenza sottocutanea della fascia plantare nella posizione del piede sulla gamba a 90°.Trattamento conservativo: (efficace nella maggior parte dei casi), consiste nell’utilizzo di calzature adeguate (con tacco) e applicazioni fisioterapiche.Trattamento chirurgico mini-invasivo percutaneo di fasciotomia in caso di fallimento delle altre terapie.

Alluce rigido

Artrosi della articolazione metatarso – falangea dell’ alluce.Sintomi: dolore e limitazione della estensione del dito (in fase di stacco del passo), accompagnato da formazione di osteofiti (sporgenze ossee), lungo il margine articolare e conseguente arrossamento da conflitto con la calzatura.Trattamento chirurgico:

terapia percutanea nelle fasi iniziali: modellamento articolare sottocutaneo (cheiloplastica)
terapia tradizionale: (artrodesi- artroplastiche) nelle fasi più avanzate di fronte a grave danneggiamento della cartilagine articolare.

 
 
 

Piede piatto del bambino

Generalmente definito come “piatto” in virtù di un abbassamento reale o apparente della volta plantare determinato da un “cedimento” ed inclinazione interna del piede (valgismo).Sintomi: dolore e precoce affaticamento del piede alla deambulazione prolungata e attività sportiva. Talvolta anche dolore in corrispondenza della superficie articolare interna del ginocchio corrispondente, da sovraccarico secondario al “cedimento del piede”.Il tattamento conservativo con plantari e calzature ortopediche è controindicato perché riduce la possibilità di una correzione spontanea.Trattamento chirurgico mini-invasivo: è indicato tra gli 8 e 12 anni e consiste nell’inserimento all’interno del piede di un “sostegno” (endortesi) per il ripristino del normale asse del piede e di conseguenza dell’arco plantare.
 

Metatarsalgia Biomeccanica

Alterazione della distribuzione del carico sui singoli metatarsi, associata a ingravescente deformità dell’avampiede: alluce valgo, dita a martello, deviazione assiale e/o sovrapposizione delle dita.Sintomi: callosità dolorose sulla parte anteriore della pianta del piede con conseguente difficoltà alla deambulazione.Trattamento conservativo: nelle fasi iniziali consiste nella applicazione di plantari.Trattamento chirurgico: quando indicato, consiste nella osteotomia (sezione ossea) dei metatarsi interessati e riposizionamento dei capi ossei secondo un corretto gradiente di carico.

Chirurgia percutanea (possibile nella maggior parte dei casi): le osteotomie sono eseguite con l’utilizzo di piccole frese attraverso incisioni puntiformi. La correzione è mantenuta con semplice bendaggio ed affidata funzionalmente all’azione del carico libero.
Chirurgia tradizionale (sempre valida nel caso di gravi lesioni degenerative): osteotomia eseguita a “cielo aperto” e fissata con mezzi di sintesi.

Metatarsalgia Biomeccanica

By |febbraio 25th, 2015|

Alterazione della distribuzione del carico sui singoli metatarsi, associata a ingravescente deformità dell'avampiede: alluce valgo, dita a martello, deviazione assiale e/o sovrapposizione delle dita.
Sintomi: callosità dolorose sulla parte anteriore della pianta del piede con conseguente difficoltà alla deambulazione.
Trattamento conservativo: nelle fasi iniziali consiste nella applicazione di plantari. Trattamento chirurgico: quando indicato, consiste nella osteotomia (sezione ossea) dei metatarsi interessati e riposizionamento dei capi ossei secondo un corretto gradiente di carico.

Commenti disabilitati su Metatarsalgia Biomeccanica