Rizoartrosi - Artrosi - Pollice a Z

Rizoartrosi

Rizoartrosi: (artoplastiche-denervazione selettiva articolare)

RIZOARTROSI
Si tratta della degenerazione lenta e progressiva della cartilagine articolare (artrosi) che riveste l’articolazione trapezio-metacarpale situata alla base del pollice.La malattia colpisce più frequentemente le donne e compare dopo i 40 anni di età. È una delle localizzazione più comuni della artrosi primaria. Si manifesta con dolore nei movimenti di prensione del pollice: tipico il dolore evocato da attività quali svitare il coperchio di un barattolo, girare una chiave o aprire un rubinetto.Con l'aggravarsi della malattia si viene a creare una incongruenza progressiva della superfice articolare, con la formazione di imponenti calcificazioni(osteofiti) e corpi mobili intraarticolari. L'articolazione progressivamente si lussa e il metacarpo scivola creando una deformità (tumefazione) alla base del pollice, dolorosa alla pressione, e soprattutto una riduzione della apertura del pollice all’esterno con notevole difficoltà all'afferramento degli oggetti. In un tentativo di compenso, l'articolazione vicina, la metacarpo falangea, si iperestende dando origine alla caratteristica deformità a “Z” del pollice. La radiografia delle mani permette di fare una diagnosi più precisa di gravità del quadro e grado d’interessamento delle altre articolazione della mano.

IL TRATTAMENTO
Il trattamento inizialmente può essere conservativo e consiste nell'utilizzo di tutori che mantengano il pollice in una posizione di riposo oppure in terapie locali quali ultrasuoni, laser, ionoforesi. Qualora questi presidi risultino inefficaci, è preferibile, piuttosto che ricorrere all’uso di cortisone, procedere al trattamento chirurgico di denervazione selettiva articolare.Intervento chirurgico minimamente invasivo mirato unicamente al controllo del dolore. Consiste nel praticare tre piccole incisioni cutanee che permettono di eseguire, con tecnica microchirurgica, l'ablazione selettiva dei rami nervosi deputati alla conduzione delle sensibilità dolorifica articolare. L'intervento, poco impegnativo per il paziente, viene eseguito in anestesia loco regionale, con ricovero giornaliero e porta ad ottimi risultati con scomparsa del dolore oppure a una sua riduzione variabile dal 50% al 80%. La guarigione e la ripresa di una normale attività avviene dopo circa 15 giorni e non è necessario ricorrere a immobilizzazioni post-operatorie o trattamenti riabilitativi.In molti casi, questo intervento è sufficiente per consentire un miglioramento funzionale soddisfacente pur lasciando invariata la situazione artrosica.In alternativa, si ricorre alla soluzione chirurgica più tradizionale che consiste fondamentalmente nell’eliminare l’articolazione malata.
Questo si ottiene in 2 modi:
a) la fusione delle 2 ossa (artrodesi); tale intervento tuttavia non viene quasi mai praticato dalla nostra équipe poiché comporta una riduzione del movimento del pollice e tempi di guarigione molto più lunghi a fronte di una ipotetica migliore forza e stabilità per il lavoro manuale pesante, oppure

b) la rimozione del trapezio (trapeziectomia) e la sua sostituzione con materiale biologico e/o stabilizzazione con plastiche articolari in sospensione, ottenute con varie metodiche. Si tratta di un intervento molto funzionale che lascia intatta l’escursione articolare del pollice la cui apertura, rispetto la tecnica precedente, è sicuramente migliore anche la stabilità è ottima così come la scomparsa del dolore.


RX dopo artroplastica e aspirazione del trapezio.

RX dopo artroplastica e aspirazione del trapezio.


Risultato clinico. completa apertura del pollice

Normale funzionalità dell'opposizione del pollice

La scelta dell’intervento da eseguire va fatta in ogni caso in base alla gravità del quadro clinico, l’estensione dell’artrosi, le esigenze funzionali del paziente, ecc. e dovrà essere discussa con il chirurgo.L'intervento viene praticato in anestesia di plesso brachiale e con ricovero di 24 ore. Richiede un periodo di immobilizzazione di 3 settimane e una successiva graduale riabilitazione. L'uso normale della mano anche per attività normali pesanti è ottenuto in un arco di tempo compreso fra i 3 e i 4 mesi.

Quadro clinico preoperatorio: incompleta apertura del pollice per rizoartrosi bilaterale


Rx preoperatoria mano sin.

Rx dopo intervento di artrodesi (blocco articolare)

Rx preoperatoria mano destra

Rx dopo intervento di artroplastica

Risultato clinico-tecniche a confronto-migliore apertura del pollice a destra dove è stata eseguita artroplastica

Visita Alluce Valgo?

Puoi richiedere maggiori informazioni chiamando il numero

335 - 6466508

Vuoi sapere dove poter ottenere una visita?

Clicca qui

Altre patologie della mano trattate

Tenosinoviti ipertrofiche

Artrosi e artropatie autoimmuni

Cisti sinoviali

Pseudoartrosi scafoide carpale

Malattia di Kienböck

Lesioni tendinee

Lesioni legamentose

Malformazioni congenite

Tumori

Esiti di paralisi inveterate

Chi è online

 1 visitatore online